Indice articoli

 

PARTE SECONDA

STRUMENTI E STRUTTURE

Art. 57- La buona conservazione dei locali e delle attrezzature è affidata a tutta la comunità scolastica. È pertanto indispensabile che tutti, personale docente, non-docente ed alunni - sentano la Scuola come la loro Scuola ed intervengano in caso di comportamenti che potrebbero danneggiare il patrimonio che la comunità ha messo a disposizione degli alunni dell' IPSSAR “Tor Carbone” di Roma.

 Art. 58- Tutti sono tenuti ad usare con la massima cura le suppellettili, i libri, le attrezzature didattiche in genere e gli stessi beni strutturali della Scuola. Ciascuno risponde personalmente dei danni causati.

 Art. 59- I direttori dei laboratori, individuati dal Dirigente scolastico, notificheranno rotture e manomissioni, proporranno adeguamenti e, alla fine dell'anno, relazioneranno sullo stato di conservazione. I direttori dei laboratori, inoltre, redigeranno a fine anno una relazione comprovante l'uso effettivo di tutti gli strumenti. In tale relazione saranno registrate anche le richieste relative all'acquisizione di nuovi strumenti non ancora in uso onde valutarne l'opportunità dell'acquisto.

I laboratori con i relativi sub-consegnatari sono quelli di:

- sala

- bar

- cucina

- informatica

- ricevimento/accoglienza turistica

Sono parti integranti del presente Regolamento i regolamenti relativi a:

 

- LABORATORI

- PALESTRE

- BIBLIOTECA

 

REGOLAMENTO DEI LABORATORI

 Art. 60 - Gli insegnanti dovranno attenersi al calendario settimanale, valido per l'intero anno scolastico.

 Art. 61- È vietato l'accesso agli alunni senza la presenza dell'insegnante. È vietato inoltre, l'accesso a tutti coloro che non sono coinvolti nell'esercitazione del momento. Ovviamente è vietato l'accesso agli estranei.

 Art. 62- Il laboratorio, quando non utilizzato per le esercitazioni ed ove non vi sia la presenza dell’assistente tecnico, dovrà essere sempre chiuso a chiave. Le chiavi sono disponibili presso i collaboratori scolastici o presso gli assistenti tecnici che sono tenuti ad aprire i laboratori. Il materiale e le attrezzature didattiche presenti nei laboratori sono inventariati.

 Art. 63- Le attrezzature didattiche sono utilizzate direttamente dal docente o dal tecnico oppure sotto la guida e il controllo del docente e/o del tecnico. Ogni docente è responsabile del materiale che sta utilizzando , per quanto riguarda i laboratori multimediali  dovrà essere compilata pertanto la seguente scheda per presa di responsabilità delle attrezzature utilizzate durante l’esercitazione:

SCHEDA DI LAVORO

Esercitazione di laboratorio del giorno________________________classe__________________ora________

Postazione n.1 Alunno_________________________________

Postazione n. 2 Alunno_________________________________

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

 Art. 64- Al termine delle esercitazioni il personale non docente si occuperà di lasciare in ordine i laboratori. L'interruttore centrale del laboratorio dovrà essere disinserito.

L'insegnante e l'assistente tecnico controlleranno che al termine di ogni esercitazione gli alunni lascino in ordine e pulito il laboratorio.

 Art. 65- Eventuali guasti di apparecchiature e note di materiali in esaurimento dovranno essere segnalati. Gli alunni non possono accedere ai laboratori se non accompagnati dagli insegnanti.

 Art. 66- In caso di mancato, parziale o difettoso funzionamento delle attrezzature, deve essere evitato l'intervento diretto del docente e/o degli alunni: deve, invece, essere chiamato il tecnico presente nella sede o il tecnico specializzato (quest'ultimo deve essere contattato dall'ufficio preposto).

 Art. 67- I laboratori possono essere utilizzati solo dagli insegnanti che vi dovranno svolgere le attività pratiche relative alla propria disciplina.

 Laboratori di sala bar e cucina

 Art. 68 -Nell’uso dei laboratori di cucina, pasticceria, sala e bar, Docenti, tecnici e alunni sono tenuti ad osservare le norme di cui all’H.A.C.C.P.

 Art. 69- Durante le esercitazioni di sala e di cucina docenti, tecnici , A.E.C.ed allievi devono indossare la divisa osservando le seguenti disposizioni:

-  I capelli devono essere puliti e tenuti in modo rigidamente decoroso.

-  È obbligatorio indossare il prescritto copricapo.

-  Le mani devono essere particolarmente pulite e curate, unghie corte e senza smalto.

-  Non sono ammessi trucchi troppo marcati, orecchini, anelli, bracciali, piercing, collane e orologi

- Indossata la divisa, gli abiti borghesi vanno riposti negli appositi armadietti ove presenti.

In caso contrario l'allievo non sarà ammesso alle esercitazioni e verrà ammonito per iscritto sul registro di classe.

Tali regole, tassative per i laboratori, sono per altro valide nell’intero ambiente scolastico, anche perché è utile ricordarlo, il comportamento improntato soprattutto sulla cortesia e la conseguente scelta di un abbigliamento adeguato, frutto di un'accurata igiene personale, costituiscono elementi irrinunciabili per il corretto esercizio delle diverse professioni a cui questo Istituto prepara.

 Art. 70 - La divisa da indossare durante lo svolgimento delle esercitazioni oltre ad identificare il ruolo che viene svolto costituisce obbligo di legge e del regolamento d'Istituto. Pertanto va indossata in modo completo ed in mancanza gli allievi non potranno partecipare alle esercitazioni. La divisa deve essere uguale per tutti. È composta da:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Divise per esercitazioni di Laboratorio

 

DIVISE UOMO/DONNA PER LABORATORIO CUCINA 1° anno e 2° anno

-    Giacca cuoco bianca, in tessuto di puro cotone, doppia allacciatura, con riporto gessato e bottoni bianchi              (1°anno) , con bottoni rossi ( 2° anno), con stemma.

-    Pantalone cuoco in tessuto gessato 100% cotone

 -    Grembiule medio bianco 60% cotone , 40% poliestere con bordatura gessata

  -    Cappello cuoco uomo e donna, bianco con bordatura gessata (1° anno) rosso ( 2° anno)

  -    Torcione in cotone 100%.

-       Triangolo, bianco, ( scollino) 100% cotone

  -    Scarpa chiusa bianca con puntale in acciaio a norma CE.        

 

Per il secondo anno la divisa deve essere corredata da triangolo tergisudore di colore giallo in popeline di cotone 100% e da bottoni estraibili di colore giallo.

DIVISE UOMO/DONNA PER LABORATORIO SALA/BAR 1° anno e 2° anno

      -  Gilet uomo donna, grigio, in tessuto Dacron traspirante con bottoni argento, con stemma.

-    Pantalone uomo donna  nero in tessuto Dacron traspirante

-    Camicia uomo donna , nera, 65% cotone 35% poliestere

-    Cravatta uomo donna, grigio, in tessuto raso 100% poliestere

-    Fascia elastica nera

-    Scarpe uomo donna, nere, classiche

DIVISE UOMO/DONNA PER LABORATORIO RICEVIMENTO 1°anno e 2° anno

-    Giacca uomo,due bottoni, nera, in tessuto 65% poliestere 35% viscosa con stemma

-     Giacca donna, tre bottoni, nera, in tessuto 65% poliestere 35% viscosa con stemma

-    Pantalone uomo donna,  nero, 65% in tessuto e 35% viscosa

-    Camicia uomo donna, bianca, 65% cotone 35% poliestere

-    Cravatta uomo colore grigio chiaro.

-    Foulard donna colore grigio chiaro

-   Scarpe uomo donna, nere, classiche

DIVISE UOMO/DONNA PER LABORATORIO CUCINA 3° anno

-    Giacca cuoco bianca, in tessuto di puro cotone, doppia allacciatura con riporto gessato e bottoni neri con 

     stemma.

          -     Pantalone cuoco in tessuto gessato 100% cotone

  -    Triangolo , gessato, ( scollino) 100%cotone

  -    Cappello cuoco  uomo donna, gessato

  -    Torcione in cotone 100%.

  -    Grembiule medio, bianco, 60% cotone 40% poliestere con bordatura ( balza ) gessata

  -    Scarpa chiusa bianca con puntale in acciaio a norma CE.        

 

DIVISE UOMO/DONNA PER LABORATORIO SALA/BAR 3° anno

-    Giacca uomo/donna, nera, in tessuto Dacron, modello spencer un solo bottone, con stemma

-    Pantalone uomo donna, nero, in tessuto Dacron  traspirante

-    Camicia uomo donna, bianca, 65% cotone 35% poliestere

-    Fascia elastica colore nero.

-    Cravatta uomo donna colore grigio

-    Scarpe uomo donna, nere classiche

 

 

DIVISE UOMO/DONNA PER LABORATORIO RICEVIMENTO 3° anno

-    Giacca uomo due bottoni, gessata/nera, in tessuto 65% poliestere 35% viscosa con stemma

-    Giacca donna, tre bottoni, gessata/nera, in tessuto 65% poliestere 35% viscosa con stemma

-    Pantalone uomo, gessato/nero in tessuto 65% poliestere 35% viscosa

-    Pantalone o gonna donna, gessata/nera in tessuto 65% poliestere 35% viscosa

-    Camicia uomo donna, bianca, 65% cotone 35% poliestere

-    Cravatta uomo colore grigio

-    foulard donna colore rosso

-    Scarpe uomo donna, nere classiche

 

Laboratorio d'informatica

 

 Art. 71 - I manuali presenti in laboratorio possono essere presi in prestito solo dai docenti che se ne assumono la responsabilità. Il prestito va richiesto per iscritto.

 Art. 72 - Non è consentito introdurre e consumare nel laboratorio cibi e/o bevande.

ART. 73- Nessun dispositivo elettronico può essere connesso alle rete internet dell’Istituto sia fissa che Wi-Fi senza autorizzazione.

 

Palestra ed impianti sportivi

 Art. 74- Le lezioni di educazione fisica si svolgono negli appositi spazi interni e/o esterni, e sempre alla presenza degli insegnanti della disciplina. In tali spazi possono accedere soltanto gli alunni che devono svolgervi la prevista attività nelle ore stabilite. Gli alunni sono tenuti a partecipare alle lezioni di educazione fisica provvisti di tenuta sportiva. Per accedere agli impianti è indispensabile calzare scarpe da ginnastica.

 Art. 75- Gli alunni che, per ragioni permanenti o contingenti connesse al proprio stato fisico, non possono svolgere attività pratica, sono comunque tenuti ad assistere alle lezioni (anche se esonerati) sotto la responsabilità e vigilanza degli insegnanti, in quanto saranno comunque valutati.

 Art. 76- Ogni insegnante attende l'arrivo della squadra all'ingresso degli impianti ed è responsabile della stessa, del locale in cui si svolge la lezione e delle relative attrezzature.

Biblioteche

 Art. 77- Le biblioteche della Sede Centrale e della Succursale di Piaz.le Elsa Morante sono aperte alla consultazione ed al prestito secondo un calendario ed un orario stabiliti annualmente. Sono ammessi alla consultazione ed al prestito gli alunni, i docenti ed i non docenti.

  Art. 78- In biblioteca è consentito intrattenersi esclusivamente per motivi di studio. Ai frequentatori è fatto obbligo di osservare il massimo silenzio e l'ordine più scrupoloso. La disciplina delle biblioteche è affidata ai bibliotecari che segnalano al Dirigente scolastico eventuali infrazioni. Coloro che ne turbano il funzionamento possono essere esclusi temporaneamente o definitivamente dalle biblioteche.

 Art. 79- I volumi debbono essere chiesti in prestito personalmente da chi ne farà uso. Potranno essere concessi in prestito solo quei libri per i quali esso è previsto. Sono esclusi dal prestito Enciclopedie, Dizionari, Repertori bibliografici ed opere di particolare pregio.

 Art. 80 - Il prestito ha la durata di 15 giorni, trascorsi i quali è necessario restituire il libro. Il rinnovo del prestito potrà essere concesso a discrezione del bibliotecario solo se non vi siano altre richieste. Se il volume desiderato è già in lettura si può lasciare una richiesta scritta.

 Art. 81- Ogni utente deve firmare sull'apposito registro ed indicare gli estremi dei libri ricevuti. Avuto il libro richiesto, l'utente deve controllarne l'integrità, e se il libro è danneggiato va fatto notare al bibliotecario che ne prende nota. Il lettore si assume la responsabilità del testo avuto in prestito. In caso di perdita o di danneggiamento, risponderà del danno provocato.

 Art. 82 - Tutti i testi presenti nelle biblioteche sono disponibili per la consultazione, che può avvenire esclusivamente nella sala di lettura. La restituzione deve avvenire dieci minuti prima della chiusura della biblioteca. I dizionari e gli altri testi di sola consultazione possono essere portati in classe solo dietro autorizzazione scritta del professore che li richiede.

Allegati:
Scarica questo file (Regolamento di Istituto 2017.pdf)Download[Regolamento diIstituto]443 kB
Vai all'inizio della pagina